Telefono: +39 0758860478
Spedizione gratuita in Italia per acquisti superiori a € 29,00
  • 0
Telefono: +39 0758860478
Spedizione gratuita in Italia per acquisti superiori a € 29,00
Spedizione gratuita in Italia per acquisti superiori a € 29,00
Telefono: +39 0758860478

Cellulite: i migliori rimedi ayurvedici per eliminarla in modo naturale

Secondo l’ayurveda, la causa della cellulite è il ristagno delle tossine, dette ama, che il corpo non riesce a smaltire correttamente. Nella maggior parte dei casi questo accumulo di tossine è dovuto al cattivo funzionamento del fuoco digestivo, agni, incapace di bruciare adeguatamente i grassi. I rimedi ayurvedici per la cellulite tengono conto di questi aspetti per riportare in equilibrio il corpo ed eliminare gonfiore e buccia d’arancia.

Cause della cellulite secondo l’ayurveda

La cellulite non è altro che un’infiammazione del tessuto connettivo che si trova sotto la cute. Essa si manifesta soprattutto sulle cosce e sui glutei, ma può essere presente anche su addome, fianchi, braccia e ginocchia. Secondo la medicina ayurvedica, la cellulite è causata da un blocco di tossine (o cibo mal digerito). Queste tossine, dette ama, sono il frutto di un’alimentazione scorretta e ricca di grassi, che mette a dura prova il nostro sistema digestivo.

Il cibo mal digerito, o mal assimilato, rimane a lungo nello stomaco per poi migrare nei tessuti, dove incomincia a ristagnare. Qui ci viene in aiuto la medicina ayurvedica, che utilizza tecniche antichissime per sciogliere il grasso resistente accendendo il fuoco digestivo. La chiave per perdere peso e combattere la cellulite con rimedi ayurvedici è proprio il concetto di ama, una parola che significa “tossine”. A causare le ama, oltre ad una cattiva alimentazione, ci sono lo stress cronico e l’inquinamento.

Tutte queste tossine non sono uguali tra loro: alcune sono solubili in acqua e, di conseguenza, eliminabili attraverso l’esercizio fisico e la dieta, altre sono liposolubili, e rimangono bloccate in profondità nelle cellule adipose. Queste tossine resistenti si accumulano nelle cellule adipose, specialmente in quelle collocate intorno allo stomaco, ai fianchi e alle cosce, provocandone l’espansione.

Il segreto ayurvedico per eliminare la buccia d’arancia risiede nella rimozione dell’accumulo di tossine attraverso l’alimentazione, l’utilizzo di piante medicinali e i massaggi.

Rimedi ayurvedici contro la cellulite

La cellulite, per la medicina ayurvedica, è uno squilibrio del kapha, l’energia collegata ad acqua e terra. Infatti, questo inestetismo si forma in presenza di ritenzione idrica e di tessuto adiposo, ovvero di un eccesso di acqua e di terra. Per eliminare la cellulite è necessario migliorare la propria alimentazione e il proprio stile di vita. Esistono anche diversi rimedi ayurvedici utili a rinforzare le funzioni digestive e a contrastare l’accumulo di tossine che causa la cellulite. Vediamo subito i principali.

Zenzero

Ricchissimo di antiossidanti naturali, lo zenzero ha proprietà anti-infiammatorie che lo rendono un ottimo alleato contro la cellulite. Inoltre, aiuta ad accelerare il metabolismo e favorisce la funzionalità degli enzimi digestivi, contrastando le tossine accumulate e il grasso in eccesso. Infine, assumere zenzero aiuta a migliorare i livelli di glicemia e colesterolo. Come rilevato dalla ricerca condotta da Shingo Kajimura dell’Università della California (San Francisco), l’estratto di zenzero attiva le proteine SERCA, che trasformano il glucosio in calore, permettendo al corpo di bruciare i grassi.

Centella asiatica

È uno dei migliori rimedi naturali contro la cellulite, grazie, soprattutto, alla presenza di composti triterpenici, utili per elasticizzare i tessuti cutanei. Assumere centella sotto forma di integratore o tisana ti aiuterà a disintossicare l’organismo e a ricostruire il collagene nella pelle.

Tarassaco

Questo ingrediente aiuta a migliorare la circolazione sanguigna e la struttura del tessuto connettivo, incentivando la formazione di nuovo collagene. Inoltre, è un vero portento nell’eliminazione delle scorie dal corpo, oltre ad essere un ottimo depurativo di fegato e reni.

Ippocastano

L’ippocastano è ricco di escina, una miscela di saponine che stimola il flusso sanguigno e migliora la pelle. Fondamentale è anche l’azione antiossidante dei flavonoidi, che favoriscono l’eliminazione del gonfiore e dell’infiammazione.

Ortica

L’ortica attiva il sistema circolatorio e linfatico, aiutandoti ad eliminare ritenzione idrica e cellulite. Questa pianta è preziosa soprattutto per il microcircolo, ovvero per la funzionalità dei capillari, che hanno il compito di portare via i liquidi dagli spazi tra una cellula e l’altra, e trasportare ossigeno e nutrimento ai tessuti. Il malfunzionamento dei capillari è responsabile del ristagno dei liquidi e della cellulite.

Curcuma

La curcuma migliora le funzioni digestive, combatte le infiammazioni e aiuta a ridurre il tessuto adiposo presente nel corpo. Una corretta concentrazione di curcumina, il suo principio attivo principale, favorisce la riduzione dell’infiammazione alla base della cellulite. Può essere assunta da sola o in combinazione con la piperina, una sostanza presente nel pepe nero, che ne migliora la biodisponibilità.

Aloe Vera

Tra i migliori rimedi ayurvedici per combattere la cellulite c’è il gel di aloe vera, una sostanza naturale utilizzata da secoli per curare diversi disturbi, tra cui i problemi digestivi e l’accumulo di tossine nel corpo.

Tulsi

Il Tulsi, o Basilico Santo, è un’erba in grado di bloccare l’accumulo di grassi nel corpo. Le sue proprietà sono note in India da oltre 3000 anni, ma solo recentemente la sua efficacia è stata indagata dalla scienza. In occidente, può essere assunto sottoforma di compresse o tisane.

Tè verde

Anche il tè verde è un ottimo alleato contro la cellulite: consumarlo regolarmente incrementa il ritmo metabolico, e aiuta ad eliminare le tossine e gli altri elementi nocivi presenti nell’organismo.

Il potere drenante del massaggio ayurvedico

Tra i rimedi principali previsti dall’ayurveda contro la cellulite c’è il massaggio abhyanga, considerato fondamentale per contrastare la buccia d’arancia. Si esegue in tutto il corpo, privilegiando i punti critici, con oli anti-kapha, pe sciogliere gli accumuli di tossine e donare una nuova leggerezza. Tra i migliori oli da utilizzare ci sono quello di betulla, ideale per trattare gambe gonfie e pesanti, l’olio di limone, che stimola la circolazione venosa e linfatica, e quello di rosmarino, che migliora la circolazione periferica e aiuta a drenare il sistema linfatico.

Anche un massaggio con guanto di seta grezza da fare ogni giorno è un utile stratagemma contro la cellulite. Inizia massaggiando le braccia e le spalle, disegnando dei cerchi sulla pelle, e continua con lo stomaco, dapprima eseguendo un movimento orario, che è la naturale direzione della digestione, poi con movimenti orizzontali delle mani in direzioni opposte. Termina il trattamento anticellulite massaggiando le gambe, glutei e fianchi con movimenti circolari su tutta la superficie.

Elimina la cellulite con la Triphala

Triphala, nei testi classici ayurvedici, è considerato un rimedio rasayana, ovvero ringiovanente. Si tratta di un preparato a base di tre piante (il termine “triphala” significa proprio 3 frutti):

  • Emblica officinalis (Amalaki o Amla), è un concentrato di vitamina C ed è considerata un vero e proprio “spazzino dell’organismo”, in grado di eliminare tossine e metalli pesanti. Rimuove l’eccessiva infiammazione del corpo e aiuta ad aumentare la massa magra a discapito di quella grassa.
  • Terminalia Chebula (Haritaki), la pianta sacra al dio Shiva, utile per depurare l’intestino e gli organi deputati allo smaltimento delle tossine.
  • Terminalia Bellerica (Bibhitaki), una pianta in grado di ridurre i livelli di lipidi nel corpo e di drenare i liquidi in eccesso, responsabili della formazione di ritenzione idrica e cellulite.

Queste tre erbe, prese individualmente, hanno proprietà straordinarie, ma unite in un unico rimedio diventano un’autentica bomba contro le tossine presenti nel corpo. Questo mix straordinario disintossica l’intero organismo e rafforza le difese immunitarie. Diversi studi scientifici dimostrano le proprietà benefiche della Triphala, già note da migliaia di anni.

La Triphala può essere assunta sotto forma di integratore e agisce riequilibrando il corpo. Il preparato risulta fortemente antiossidante e antinfiammatorio, stimola il sistema digestivo e favorisce l’eliminazione delle tossine dall’organismo. Migliorando il metabolismo dei grassi e combattendo le infiammazioni presenti nel corpo, la Triphala riduce il grasso viscerale e la cellulite.

In occidente, puoi trovare la Triphala in polvere o in compresse: assumila ogni sera, un’ora prima di andare a dormire, per godere al meglio di tutti i suoi effetti benefici.

Come assumere i rimedi ayurvedici per la cellulite

Ma come sfruttare al meglio tutti i benefici degli antichi rimedi ayurvedici contro la cellulite? L’ideale è assumerli essiccati. Noi ti consigliamo gli integratori e le tisane Pukka, che contengono solo ingredienti naturali di elevata qualità e vengono prodotti nel rispetto dell’ambiente.

Tra i migliori integratori anticellulite abbiamo Wholistic Triphala, realizzato attraverso l’esclusivo sistema “Pukka Wholistic”, che utilizza diversi metodi di estrazione per potenziare le proprietà dei composti erboristici. Wholistic Triphala ti offre i benefici dei tre frutti, della radice di zenzero e della spirulina, per eseguire una completa pulizia dell’organismo dalle tossine e favorire le funzioni digestive.

Puoi accompagnare il trattamento degustando ogni giorno una tisana depurativa e antinfiammatoria come Triphala Plus ai frutti haritaki, ideale per regolare le funzioni digestive ed epatiche, oppure Turmeric Active, a base di curcuma, zenzero, ortica, Triphala e altri principi attivi anticellulite, per combattere l’infiammazione dei tessuti, migliorare la circolazione e rinvigorire l’organismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *